Brioche intrecciata

IMG-20150209-WA0003

La brioche è una pasta lievitata sofficissima generalmente preparata con tanto burro, uova, farina, lievito di birra oppure con pasta madre. In Italia, conosciamo specialmente la sua versione dolce a forma rotondeggiante e con la strisciolina di crema pasticcera cotta e la granella di zucchero che si accompagna bene al cappuccino all’ora di colazione!  In alcune regioni chiamano brioche anche il cornetto nonostante l’impasto sia indubbiamente  differente.Ma in altre tradizioni gastronomiche esistono anche le brioche a forma di trecce e di corone oltre alle versioni  salate. Oggi proporrò una brioche dolce in forma di treccia variegata alla marmellata, con uvette e del tutto priva di burro.

Ingredienti:

  • 400 gr di farina bianca
  • 1 dl di latte tiepido
  • una bustina di lievito di birra disidratato
  • 2 uova
  • sostituire i 120 gr di burro con altrettanti di olio di girasole
  • 70 gr di zucchero
  • la buccia di un limone grattugiato
  • un barattolo di marmellata all’arancia con scorzette
  • un cucchiaio di uvetta sultanina
  • granella di zucchero q.b.

 

Procedimento: Mettere la farina mischiata con il lievito , lo zucchero e la raschiatura del limone all’interno di un contenitore molto ampio.  versarvi al centro, le uova, il latte, l’olio e impastare rapidamente fino ad ottenere un composto omogeneo. Modellare l’impasto a forma di  palla e lasciarlo riposare all’interno del contenitore  per almeno tre ore in un luogo caldo coperto con un canovaccio umido.

Passate tre ore infarinare la spianatoia e  stendere l’impasto in una sfoglia sottile e con una spatola spalmarvi sopra la marmellata.

IMG-20150209-WA0011IMG-20150209-WA0008 IMG-20150209-WA0005

Aiutandosi con della farina, arrotolare la sfoglia sino a formare un bastoncino lungo. Dividerlo in due parti nel senso della lunghezza e acconciarle in forma di treccia. spennellare la superficie con del latte e disporvi sopra le uvette e una manciata di granella di zucchero.

Annunci

Ciambellone della Domenica.

ciambellone della domenica 1

Adoro questo ciambellone perchè mi ricorda quando ero bambina e con i nonni andavamo in vacanza  a Campo di Giove in Abruzzo.  A pensarci ora provo un po’ di nostalgia di questo piccolo paesello di Montagna dove di giorno c’era caldo e di sera un gradevole clima da maglioncino con lucciole che illuminavano la sera e piccole bande musicali nella piazzetta… Ad ogni modo..in questa cornice da sogno c’era un piccolo e profumato panificio che la mattina sfornava il ciambellone bicolore. Era un ciambellone variegato al cacao capace di farmi affrontare con grinta i sentieri di montagna impervi che portavano alle piccole cascatelle in cui eravamo soliti avventurarci. Per anni ho cercato di riprodurre quel ciambellone con tutta la sua portata evocativa riuscendovi finalmente due anni fa. Ma io devo sempre aggiungere qualcosa ..devo sempre rivisitare le ricette e così è nato questo ciambellone della domenica. Quasi un rito domenicale… ha la capacità di mettermi di buon umore e di ricaricarmi per tutta la settimana.

Ingredienti:

  • 250 gr di farina
  • 250 gr di zucchero
  • 110 gr di olio di girasole
  • 130 gr di acqua
  • 20 gr di cacao amaro in polvere
  • tre uova
  • una bustina di lievito vanigliato
  • due fialette di aroma all’arancia
  • la buccia di un’arancia non trattata chimicamente
  • 300 gr di cioccolato fondente in tavoletta.

Procedimento: Porre le uova e lo zucchero in una ciotola capiente e montare il tutto con le fruste per pochi minuti alla velocità massima. Mischiare in un’altra ciotola acqua, olio e una fialetta d’arancia e in seguito aggiungere questi ingredienti liquidi al composto iniziale.

Dopo aver frullato a lungo con le fruste aggiungere a poco a poco la farina setacciata assieme al lievito. Ungere una teglia con il burro o con l’olio di girasole e infarinarla. In seguito, mettere metà composto all’interno della teglia e mischiare il rimanente con il cacao amaro avendo cura che quest’ultimo si disciolga completamente. Unire, infine, il composto al cioccolato al precedente (senza amalgamare). Preriscaldare il forno per venti minuti a 180 gradi e infornare a mezza altezza per circa trenta minuti. Lasciar raffreddare il ciambellone e sformarlo.

Porre il ciambellone su una gratella in modo che il cioccolato fondente fuso possa colarvi al di sotto. Sciogliere il cioccolato unito ad una fialetta di aroma all’arancia a bagnomaria. Far colare il cioccolato in maniera disordinata sul ciambellone e in seguito (prima che il cioccolato si solidifichi) grattuggiarvi sopra l’arancia.La colazione della domenica è servita! buona giornata!