Crostata con le Mele

036

Ingredienti:

300 gr di farina

150 gr di zucchero

2 uova e un tuorlo

150 gr di burro

1 limone grattugiato

Per farcire: 2 mele

Marmellata di pere

Cannella

zucchero di canna

042

Procedimento:

Disporre la farina a fontana e versarvi all’interno lo zucchero, le uova e il burro tagliato a tocchetti e la scorza del limone grattugiato.

Impastare il tutto molto velocemente, formare una palla di impasto, coprirla con della pellicola trasparente e riporla in frigorifero per circa mezz’ora. Foderare una teglia per crostata con la carta da forno e stendervi sopra la frolla in uno strato uniforme.

Formare dei bordi alti con l’impasto e bucherellare la superficie della frolla con i rebbi di una forchetta.

025

Stendere la marmellata o la confettura sull’ impasto mischiata ad un pizzico di cannella e disporvi all’interno le mele tagliate a spicchi.

Spolverare con zucchero di canna e infornare a 180 gradi fino a terminare la cottura.

043

Annunci

Torta allo Yogurt di Pistacchi

torta yogurt 1 Ingredienti:

250 grammi di yogurt ai pistacchi

300 grammi di farina

300 grammi di zucchero

tre uova vanillina una bustina di lievito per dolci

olio di girasole  (contenitore dello yogurt da usarsi come misurino)

Procedimento:

Frullare lo zucchero con le uova, aggiungere poi la vanillina, lo yogurt, l’olio e continuare a frullare con le fruste. Aggiungere infine la farina e per ultimo il lievito. Imburrare e infarinare uno stampo e mettervi all’interno il composto. Cuocere a 180 gradi in forno preriscaldato.

Ciambiscotto del Buonumore!

biscottini del buonumore

Ingredienti:

650 gr di farina

250 gr di zucchero

2 limoni grattugiati

una bustina di lievito per dolci

una bustina di vanillina

scorzette d’arancia candita

perle di cioccolato fondente.

2 uova

200 gr di burro col 50 % di grassi in meno

Procedimento

All’interno di un contenitore molto ampio versare la farina mischiata con il lievito e la vanillina, e disporla a fontana. Versarvi all’interno lo zucchero, le uova, il burro ammorbidito tagliato in piccoli pezzi e la scorza grattugiata dei limoni. Impastare il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo, aggiungere il cioccolato e le scorzette, formare una palla con l’impasto, involgerla con la pellicola e porla in frigo per circa mezz’ora. Stendere l’ impasto con il mattarello sulla spianatoia infarinata e ricavare con l’ausilio di alcune formine la forma di biscotto desiderata. Infornare a 180 gradi in forno preriscaldato fino ad ultimare la cottura.

biscottini del buonumore due

Torta delle Rose

???????????????????????????????

La torta delle Rose è un dolce tipico mantovano. È composta da tanti boccioli di impasto,  di consistenza simile al pan brioche, che profumano di limone. Le sue origini sono abbastanza antiche poiché questo è un dolce nuziale del XV secolo. Le nozze in questione vedono come protagoniste due famiglie nobili assai conosciute: La famiglia Gonzaga e la famiglia D’Este. Gli sposi Francesco II e Isabella D’Este la offrirono ai loro invitati nel loro giorno più importante e riscosse molto successo poiché da quel momento in poi venne riproposta in altre occasioni fino ad arrivare ai giorni nostri! Anche io l ‘ho conosciuta in occasione di un momento festoso. La mia cara amica Carla, che oggi è anche mia cognata l’aveva preparata per la festa dei miei nipotini 🙂 Per me è stato subito un colpo di fulmine! Il tempo si è fermato…i bambini intorno a me era come se fossero immobili, c’era miracolosamente silenzio e io sentivo soltanto il profumo del limone, l’ irresistibile morbidezza del pan brioche, la velatura del burro sulla lingua. Estasi allo stato puro! Il rumore è ricominciato presto al sol pensiero delle calorie ingerite con quel burro traditore e seduttore! Inutile dirvi che già la settimana seguente avevo le mani in pasta per sfornare la mia personale versione della torta! L’ho un po’ alleggerita riducendo le dosi del burro ma il risultato è rimasto abbastanza fedele all’originale!

Ingredienti

  • farina 500 g
  • zucchero 100 g
  • latte 125 ml
  • due limoni
  • uova 2
  • burro 80 g
  • una  bustina di lievito
  • una bustina di vanillina
  • un pizzico di sale

Per la farcitura:

  • zucchero 100 g
  • burro 125 g
  • un limone
  • Zucchero a velo q.b.

Procedimento:
Disporre la farina a fontana in un contenitore capiente e versarvi all’interno
il lievito disciolto in un po’di  latte tiepido. Aggiungere poi le uova, lo zucchero, la scorza del limone grattugiato, la vanillina,  un pizzico di sale e il burro leggermente ammorbidito.
Lavorare l’impasto finché non risulterà perfettamente amalgamato e infine aggiungere il rimanente latte tiepido e lavorare l’impasto fino ad assorbire tutto il latte.
Porre l’impasto a lievitare per circa due ore coperto da un canovaccio umido.

Preparare intanto la crema per la farcitura lavorando il burro  con le fruste fino a ridurlo in crema e aggiungendovi poco per volta lo zucchero e la scorza grattugiata del limone (continuando sempre la lavorazione con le fruste).
Stendere l’impasto con il matterello in modo da ottenere un rettangolo di  pasta e spalmarvi sopra la crema con l’aiuto di una spatola. Arrotolare la pasta su se stessa fino ad ottenere un cilindro che poi dovrà essere tagliato in parti uguali per ottenere dei rotolini più piccoli.
Disporre i rotolini uno affianco all’altro all’interno di una teglia circolare rivestita con carta da forno. Lasciar riposare l’impasto  per circa mezz’ora in modo da farlo lievitare ulteriormente. Infornare a 180 gradi  in forno preriscaldato.

Stella alla marmellata senza uova

stella cotta

Questa brioche è miracolosa!!! crederete che io stia esagerando ma non è affatto così….. Ora vi racconto: Una mia carissima amica doveva venire a farmi visita e io volevo fare un dolcino per allietare la giornata e favorire la frivolezza di una sana chiacchierata fra donne. Il problema? non avevo assolutamente voglia di uscire a fare la spesa per comprare gli ingredienti che mi mancavano per assemblare una qualsiasi cosa che assomigliasse ad un dolce! Mi trovavo in modalità bradipo a causa di un’accurata pulizia della casa e vari lavori simil- intellettuali sbrigati in mattinata così ho fatto ciò che l’uomo fa da secoli quando si trova davanti ad un  impasse… sono stata creativa! voi penserete: bella forza! ha fatto solo una brioche  senza uova dove sta la novità? Infatti ciò che non vi ho ancora detto è che,  oltre ad essere buonissima, questa è una brioche che rimane morbidissima anche il giorno dopo!!!Provare per credere!

Ingredienti:

  • 430g di farina 00
  • 20 gr. Fecola di patate
  • 125 g di burro ammorbidito a pezzetti
  • 120 g di zucchero
  • Buccia di limone grattugiata
  • 130 gr di acqua
  • 1 pizzico di cannella
  • Lievito di birra
  • 40 grammi di latte
  • 2 cucchiai di marmellata d’arancia con scorzette
  • Sette cucchiai di marmellata di albicocche
  • granella di zucchero

Procedimento:

Disporre a fontana 400 grammi di farina mischiata al lievito disidratato (serbando trenta gr di farina che serviranno in un momento successivo).

Versarvi all’interno lo zucchero, la buccia di limone, il burro e cominciare ad impastare.

Mischiare  l’acqua con il latte e unirla poco per volta al composto sempre continuando a lavorarlo con le mani. Infine unire i due cucchiai di marmellata d’arancia con scorzette, aggiungere la rimanente farina e continuare ad impastare fino ad ottenere un panetto morbido e abbastanza  asciutto da potersi staccare dalle mani senza problemi.

Stendere l’impasto in due dischi di uguale dimensione su un foglio di carta da forno posto sulla  teglia grande del forno.

Stendere fra i due dischi sovrapposti un velo di marmellata di albicocche. Sigillare il bordo delle due sfoglie prima con le mani e poi facendo pressione con i rebbi di una forchetta. Tagliare in fette di uguale misura senza staccarle completamente dal centro del disco.Intrecciare le fette a coppie di due per volta. Spennellare con il latte e spolverare con granella di zucchero. Infornare a 180 gradi in forno preriscaldato sino a doratura.

Torta Sarda alla ricotta e zafferano.

019

Oggi preparerò la torta Sarda con ricotta e zafferano ma con qualche piccola modifica. Questa è una delle torte che preparava mia madre quando ero piccolina per  l’ora della merenda (tassativamente fissata per le ore 17:00). La merenda prevedeva una tazza di latte o te deteinato e una fetta di questa gustosa torta. Ricordo che io cercavo sempre di anticipare l’ora di questo spuntino perché il profumo disperso per tutta la casa mi faceva venire l’acquolina e avrei voluto mangiarla calda. Ogni volta però mia madre era inflessibile: ” La torta calda fa venire mal di pancia, potrai mangiarla alle cinque perché a quell’ora si sarà raffreddata”. Quanto è vero che anche dieci minuti sono lunghissimi quando aspetti qualcosa o qualcuno…una fetta di torta poi….

Ad ogni modo questa torta era adatta alle mie merende di bambina perché è una torta molto leggera e fatta con semplici ingredienti: uova, farina, ricotta, zafferano, zucchero, scorza di un limone e lievito per dolci. Col tempo ho modificato qualche cosina  ad esempio, ho scoperto che preferivo l’abbinamento di zafferano e buccia d’arancia piuttosto che limone e ho scoperto  lo zucchero di canna integrale biologico che impiego al posto dello zucchero bianco raffinato. Per ora non mi sono spinta fino ad utilizzare farina integrale biologica in questa preparazione ma presto credo che proverò anche questa soluzione. L’unico dispiacere è che lo zucchero di canna scurisce molto l’impasto e non si può, dunque, apprezzare quello splendido colore giallo zafferano che adoro. Il sapore, invece, guadagna un retrogusto di liquirizia, dovuto al particolare aroma di questo tipo di zucchero, assai piacevole. Che dire? buona merenda!

Ingredienti:

300 gr di ricotta

3 uova

300 gr di farina

300 gr di zucchero

la buccia grattugiata di un’arancia

1 bustina di zafferano

1 bustina di lievito

poco zucchero di canna per spolverare la torta

Procedimento:

Frullare la ricotta con lo zucchero e le uova e aggiungere la scorza d’arancia e lo zafferano. Aggiungere la farina e per ultimo il lievito continuando a frullare. Imburrare e infarinare una tortiera, versarvi all’interno il composto e spolverarlo con dello zucchero (in modo che si formi in cottura una crosticina) e porre in forno preriscaldato a 180 gradi fino ad ultimata  cottura.

bbjbnm

Ciambelline alla Crema di Limone

400871_208685242554675_2059817072_n

Ingredienti per l’impasto:

  •  600 gr di farina 00
  • 300 gr di burro
  • 300 gr di zucchero
  • quattro uova e due tuorli
  • la scorza di due limoni non trattati chimicamente
  • una bustina di vanillina

Ingredienti per la guarnizione:

  • tre uova
  • 150 gr di zucchero
  • 150 di burro
  • 2 limoni
  • 1 bustina di zucchero a velo

Procedimento:

Disporre a fontana la farina mischiata allo zucchero, la vanillina e alla buccia di limone su una spianatoia di legno. Versarvi all’interno le uova e il burro ridotto in tocchetti e lavorare l’impasto velocemente per evitare di scaldarlo con il calore delle mani. Far riposare l’impasto per mezz’ora in un luogo fresco.In seguito porre sul tavolo un foglio di carta da forno mettervi sopra un pezzetto di impasto coprirlo con un’altro foglio e stenderlo con il mattarello. Questo procedimento eviterà che la pasta si attacchi al mattarello creando così la necessità di aggiungere farina. Nel frattempo preparare il ripieno.

In una grande ciotola sbattete le uova con lo zucchero.Aggiungete la buccia grattugiata dei limoni e il succo di mezzo limone e mescolate. Incorporate il burro tiepido.In seguito tagliare l’impasto con le formelle in modo da poterle sovrapporre ed avere una finestrina da cui poter vedere il ripieno. Preriscaldare il forno e far cuocere a 180 gradi fino a completa doratura . Una volta sfornate  far raffreddare le ciambelline e poi  spolverarle con abbondante zucchero a velo.