Ad ognuno la sua frolla!

045

?

?

crostata come una volta...078Ebbene si!

Non tutte le crostate sono uguali come del resto non sono tutti uguali i gusti delle persone…

Mio marito adora la crostata classica di colore bruno che si sfalda in bocca, io prediligo una crostata più morbida e anemica con tanto sapore di limone, mia zia adora quella un po’ alta a cui si aggiunge un pizzico di lievito e mia madre ha la sua ricetta intramontabile e inconfondibile!

Insomma ci sono tantissimi modi di creare l’impasto di una crostata ed altrettanti modi per farcirla e decorarla: crema pasticcera e frutta, crema al gianduia, marmellata, confettura e tanti altri ancora.

Oggi però ci concentreremo sull’impasto 😉

Tendenzialmente la  frolla per la crostata classica di colore bruno viene preparata con la marmellata, la mia preferita con la crema al gianduia e quella lievitata con la crema e la frutta o come torta della nonna, mentre, mia madre, la sua, la guarnisce con tutto e mi piace sempre! ma mi rendo conto che sulle ricette che hanno una storia di famiglia non si può essere completamente obiettivi ;-)!

Ad ogni modo, io mi diverto spesso a cambiare le regole e sperimento sempre nuove combinazioni!

La mia preferita

300 gr di farina

150 gr di zucchero

2 uova e un tuorlo

130 gr di burro

1 limone biologico grattugiato

078

Procedimento

Disporre la farina a fontana e versarvi all’interno lo zucchero, le uova e il burro tagliato a tocchetti e la scorza del limone grattugiato.

Impastare il tutto molto velocemente, formare una palla di impasto, coprirla con della pellicola trasparente e riporla in frigorifero per circa mezz’ora. Foderare una teglia per crostata con la carta da forno e stendervi sopra la frolla in uno strato uniforme.

Formare dei bordi alti con l’impasto e bucherellare la superficie della frolla con i rebbi di una forchetta.091

La Ricetta di mia madre

300 gr di farina

150 gr di zucchero

2 tuorli e un uovo intero

150 gr di burro

1 limone biologico grattugiato.

Il procedimento è sempre lo stesso.

crostata come una volta...

La passione di mio marito:

?

?

250 grammi di farina

125 grammi di burro

100 grammi di zucchero a velo

40 grammi di tuorli (circa tre uova grandi)

la scorza di  un limone

1 pizzico di sale

1 bacca di vaniglia

Il procedimento è sempre lo stesso.

La crostata lievitata che piace a mia zia:

049

350 gr di farina

2 uova intere e un tuorlo

un pizzico di sale

un pizzico di lievito

la scorza di un limone

100 grammi di zucchero

150 gr di burro

Il procedimento è sempre lo stesso con l’aggiunta del lievito mischiato alla farina.

Annunci

5 pensieri su “Ad ognuno la sua frolla!

    • Il burro fuso purtroppo rischia di rovinare il potere legante delle uova ….anche se sarebbe decisamente più comodo se solo si potesse fare!
      Non sai quante volte ho avuto la tentazione di infilarlo nel microonde piuttosto che aspettare che si intiepidisse…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...